Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata
Il Fashion e il Wedding in un’ unica grande serata

The Church Palace apre le porte alla prima Wedding Fashion Night italiana

Lo scorso 4 marzo si è svolta nella bellissima cornice  del The Church Palace Hotel la prima Wedding Fashion Night italiana.
Organizzata da Barbara Ancillai wedding- event planner della location, con la partecipazione di Forever Events di Cinzia Iannilli, si è trattata di una serata dedicata all’amore e alle giovani coppie in procinto di sposarsi. Una serata all’insegna dell’ospitalità e della moda insieme ai professionisti del settore, quali make up artist, hair stylist, foto e video maker e ancora musica, spettacolo e molto altro.La rivista Sposa Moderna, media partner dell’evento, non poteva certamente mancare con la sua Agenda della Sposa Moderna, un prezioso vademecum per la sposa con curiosità e tradizioni del mondo del wedding, consigli utili e suggerimenti per rendere davvero unico il vostro giorno del si.Ad aprire la serata il bouffet di salmone, storione e caviale offerto da Calvisius Caviar, i deliziosi confetti di Papa Confetti e altre delizie di piccola pasticceria di Silia, rinomata pasticceria romana fondata  nel 1960. Non poteva mancare ovviamente il classico brindisi con i vini e gli champagne  offerti dall’azienda pugliese Vespa Vignaioli.In questa serata dedicata alla moda non potevano mancare le sfilate di abiti da sposa e da sposo. Ad occuparsi del look delle modelle Claudio Noto Make Up Artist e Roberto Carminati Hair Stylist che, con la loro bravura e professionalità, hanno reso ancora più magica la serata.Ad aprire la sfilata la sposa Simply Chic di Atelier Menì. Semplicità e raffinatezza, esaltazione della tradizione e della qualità dell’alto artigianato del Made in Italy hanno caratterizzato gli abiti disegnati dallo stilista Mauro Menichino. Abiti lineari in pizzo e ricamati. “Ogni donna ha la sua storia”, afferma lo stilista e lui la interpreta con innegabile  abilità sartoriale attraverso tessuti pregiati, pizzi e decori delicati.All’eleganza dell’Atelier Menì ha fatto seguito il romanticismo di Atelier Brutta Spose. La nuova collezione presentata rispetta con rigore le costruzioni  dell’haute couture, rendendo gli abiti disegnati da Alessandra Ferrari, forte espressione di uno stile deciso e di un’immagine riconoscibile.Sulla passerella del The Church Palace anche gli abiti gioiello di Paola Cipriani Couturerealizzati con stoffe pregiate e rifiniti di cristalli Swarovski. I delicatissimi  fiori di stoffa, le sete e la poliedrica luce dei bottoni e dei ricami hanno reso questa sfilata un sogno ad occhi aperti! La collezione sposa 2016 di Cipriani si presentava in uno scenario di peonie colorate, metafora della bellezza femminile e simbolo di fortuna, romanticismo, amore e di influenza positiva per i futuri sposi.Per quanto riguarda lo sposo hanno invece sfilato realizzazioni uniche della sartoria Borghettisinonimom da sempre di eleganza del taglio e di lavorazione rigorosamente a mano.Come in tutti i grandi eventi non poteva mancare la musica curata per l’occasione da Melodika, un team di affermati musicisti che da sempre si occupa di gestione musicale e intrattenimento dal vivo.Ha immortalato l’evento con scatti unici l’obiettivo di Massimiliano Fusco.Gli addobbi floreali sono stati curati di Daniele Gori Floral Designer che ha colto l’occasione per presentare a fine serata il suo “abito fiorito”.