partecipazioni-matrimonio2

Le partecipazioni, l’invito al matrimonio… Ecco la prima sfida! Sicuramente difficile, ma senza dubbio gratificante. Se scrivete subito i nomi completi degli invitati, vi avvantaggiate sul lavoro!

Passo numero 1: la lista degli invitati e dei “potenziali invitati”. Fondamentale è capire chi vorremmo avere con noi, chi dobbiamo avere con noi e chi… no!

Dividendo subito la lista di nozze tra: sposo e sposa, familiari, amici e.. potenziali invitati, vedrete che risulterà molto più semplice completarla e accorgervi se vi siete dimenticati di qualcuno (senza volere) o se qualcuno dovrà rimanere solo un potenziale ospite. Con o senza bambini è un altro elemento da considerare. Questo lavoro è importante per decidere poi le dimensioni della location, la tipologia del servizio, la logistica, l’ intrattenimento, gli orari. Analizzate il tipo di ospiti che avrete e individuate le caratteristiche comuni, solo voi che li conoscete potete fare una giusta valutazione. I vostri familiari vorranno invitare persone importanti per loro, non dite subito di no! Il vostro matrimonio è importante per i vostri genitori quanto lo è per voi.

Fatta la lista, saprete se avete abbastanza invitati per programmare il ballo fino a tardi o meno. Questa è la prima cosa da verificare. Se il numero degli invitati è limitato, non cercate di fare tardi a tutti i costi, il risultato potrebbe non essere quello che speravate.

partecipazioni-matrimonio

LE PARTECIPAZIONI

Scegliete un disegno che Vi rappresenti e che leghi l’intero evento.  Spazio alla creatività, ma senza eccedere…un pizzico di formalità è sempre di buon gusto.

Le partecipazioni sono quasi sempre molto classiche: bianche, avorio, a bordo vivo o ben definite; con stampa in rilievo o semplicemente stampate, con disegnini e bordature. Includono: busta scritta a mano (non usate etichette adesive, sono orribili e non hanno mai lo stesso colore della carta), partecipazione alla cerimonia, invito al ricevimento. Potete trovare tanti campioni nelle tipografie, nelle cartolerie più fornite e nei negozi di bomboniere. Per un’idea in più potete guardare anche online, c è un mondo meraviglioso che Vi aspetta!

Ecco cosa fa parte delle partecipazioni.

–        Save the date: annuncia la data e il luogo. Molto usato in caso di matrimonio all’estero, ricorda agli ospiti di segnare sul loro calendario il viaggio. Viene mandato anche un anno prima.

–        -Partecipazione per la cerimonia: indica data e ora della celebrazione.

–        -Partecipazione per il ricevimento: invita a festeggiare con voi dopo la cerimonia, solitamente in una seconda location.

–        -Ringraziamento: ringraziamo i nostri ospiti, con un prestampato arricchito da un pensiero scritto a mano.

–        -Extra: cartina con indicazioni stradali, richiesta RSVP (in francese Répondez s’il vous plait, “Rispondete, per piacere”) che invita a dare conferma, richiesta di indicazioni per allergie o altro, suggerimenti per gli hotel.

Nello stesso stile della partecipazione andranno stampati anche i libretti per la cerimonia, i segnaposto, i menù e il tableau.

menu-matrimonio

IL CORREDO ALLE PARTECIPAZIONI

Costruiamo un corredo cartaceo. Scelte le partecipazioni, manteniamo lo stesso stile per creare armonia e continuità.

La scelta della partecipazione è fatta. Adesso la linea adottata deve essere applicata interamente o parzialmente a tutto quello che sarà stampato, per ottenere un effetto armonioso ed elegante.

–        –Alla cerimonia: i libretti, i coni per il riso, i petali e ogni altro dettaglio che vi piaccia inserire.

–        –Al ricevimento: tableau (la piantina dei tavoli con i posti assegnati), segnaposto (uno per commensale) e menù (preferibilmente uno per commensale).

–        –Dopo il matrimonio: i ringraziamenti. Spesso sono solo un cartoncino stampato, senza anima. Rendilo personale, farà sicuramente piacere a chi lo riceverà, vedere che non è stato un numero ma una persona cara.

partecipazioni