Si parla di trucco con Alessia Marrone, nota wedding planner: “Il tasto dolente per tutte le mie sposine arriva quando parliamo del trucco per il loro grande giorno! ” Data la sua grande esperienza, Alessia ci racconta che la domanda che tutte si pongono è: come deve essere?
Ci sono delle prerogative che ciascun trucco deve assolutamente avere: essere a lunga tenuta, per resistere tutto il giorno. E fotogenico: deve rendervi belle non solo dal vivo ma anche in foto, senza però trasformarvi troppo: altrimenti rivedendovi nell’album del matrimonio, rischiate di non riconoscervi.

La base è fondamentale! Meglio applicare un fondotinta leggero, come fosse un crema colorata, giusto per dare luce e uniformità. Importante per non eccentuare le eventuali rughette è il concealer, picchiettandolo sulle zone scure del contorno occhi si avrà un risultato formidabile e cambierà di molto il vostro aspetto, se appesantito!

Quindi, una pennellata di blush in polvere, una nuvola di cipria invisibile e satinata e per finire un illuminante in crema.

Per quanto riguarda il trucco occhi, meglio non eccedere. Il trucco da sposa classico (il più gettonato) utilizza colori soft come i pesca, i rosa pallidi, i beige dorati. Certo, se ci si sposa in nero o in rosso, serve un maquillage ad hoc. Questo però non esclude i trend: oggi sono molto glamour i toni malva, rosa antico, grigio perla, ma sono da evitare i colori cupi e drammatici, effetto smoky eyes.
Un tratto di matita nera si può mettere, per dare profondità, ma deve essere molto sottile. Il mascara naturalmente meglio se waterproof (a prova di lacrimuccia) e sulle ciglia inferiori è meglio metterne poco o niente. Il mio consiglio è di valorizzare o gli occhi o le labbra, a scelta. Se però la cerimonia è di sera, va bene accentuare (leggermente) entrambi.

A tal proposito, le labbra devono essere in armonia con il resto del trucco. Volendo si possono caricare un po’ di più (mossa vincente per chi, vestita in total white, si vede un po’ una sposa pallidina), ma restando comunque negli stessi toni, senza eccedere mai con il colore. Tutto il resto del trucco deve essere in nuance morbide e delicate. Ricordate che l’ immagine per eccellenza della sposa è una creatura “innocente” ed eterea.
Se invece pensate di puntare sui gloss, piuttosto che un gloss iper glossy preferire un lucidalabbra discreto e molto naturale, lasciando perdere le texture ultralucide e paillettate. Sulle labbra della sposa i gloss effetto vinile risultano un po’ troppo sexy. Per un risultato perfetto, prima di stendere il rossetto, applicare un primer specifico e tracciare il contorno con una matita labbra tono su tono.

A trucco finito, vaporizzare sul viso una nuvola d’acqua spray. Scioglie le molecole del trucco ma poi le ricompatta garantendone un migliore fissaggio e rendendolo più duraturo.
Tra baci, lacrime ed emozioni, nel corso della giornata ci sarà ugualmente bisogno di ritocchi, le mie truccatrici ad esempio forniscono alle mie spose un “kit ritocco” con tutto l’occorrente per sistemare le imperfezioni, oppure molte truccatrici offrono un servizio di assistenza durante la giornata, fidatevi, è essenziale per essere sempre perfette.

La sposa non porta la borsetta: il consiglio è affidare rossetto, matita labbra e cipria a un’amica, o alla propria Wedding Planner, così potrà averli sempre a portata di mano.”